Ricerca nella pagina:
 
SALVIt - Studio, Archivio e Lessico dei Volgarizzamenti Italiani
immagine
Firenze,
Biblioteca Medicea Laurenziana,
ms. Antinori 150, cc. 2v-3r:
volgarizzamento anonimo
del Liber Almansoris
attribuito a Gherardo da Cremona.

Il progetto CASVI, sviluppato nel biennio 2006-2008 e ora concluso, è stato sostituito dall’ultima versione SALVIt, consultabile al sito www.salvit.org.

 

 

Il progetto CASVI (Censimento, Archivio e Studio dei Volgarizzamenti Italiani) promuove lo studio della tradizione testuale dei volgarizzamenti italiani; procura inoltre edizioni e analisi linguistiche e filologiche di singoli testi. CASVI elabora e pubblica in rete, in collaborazione con il progetto TLIoN, un repertorio di schede, autore per autore e testo per testo, dei volgarizzamenti prodotti e circolanti nel Mezzogiorno d'Italia (Sicilia compresa), dalle Origini fino all'epoca di Bembo. Per filoni specifici, come quello dei testi di natura tecnico-scientifica, assunti come campioni tipologicamente significativi, l’indagine si estende all'intero panorama nazionale. L’esplorazione, al di là del contesto meridionale, di questi filoni di ricerca amplia la geografia di riferimento e, con il corredo di schede biobibliografiche e con l’edizione di alcuni testi significativi, prefigura un più ampio progetto di studio sui volgarizzamenti, da estendere in futuro all’intero corpus testuale e all’intero territorio nazionale. Ciascuna scheda del repertorio è corredata degli elenchi completi dei testimoni manoscritti e a stampa e della bibliografia specifica.

La banca dati CASVI è interrogabile gratuitamente.


Il progetto riunisce docenti di Università italiane e straniere, studiosi qualificati e ricercatori in formazione; nasce dalla cooperazione tra gruppi attivi in ambiti di ricerca affini ed è aperto a ulteriori collaborazioni.