Ricerca nella pagina:
 
Università del Salento, della Basilicata, di Catania,
di Torino, Scuola Normale Superiore di Pisa
Università del Salento, di Catania, di Napoli "L'Orientale",
di Salerno, Scuola Normale Superiore di Pisa
SALVIt - Studio, Archivio e Lessico dei Volgarizzamenti Italiani
Home » Banca dati » Indice degli incipit e degli explicit

Indice degli incipit e degli explicit

Tipologia testuale: prosa poesia
a
Aprit[e] orecchi
a godere il mondo eterno
Ave Maria, ki si' di lu chelu regina
infini ki in quistu mundu nui stamu
Ave, Virgini Maria, ki di gracia si' plina
e l'Angili beati a ti fannu memoria cum honor et gloria
c
Comu misser sanctu Iheronimu conforta li soy dixipili chi non changianu nè si attristanu
Iczà finixi lu libru di lu transitu et vita di misser sanctu Iheronimu
Credo in uno Ideu, veru signuri
da li cochenti peni di lu infernu
d
Diva Elicona che sempre piatosa / esser solivi con quil sacro choro
gloria di greci et gran miravilgia / de noi latini et d'ogni altra familgia
i
Ideu ti salvi, o di lu mari stella
su tre et unu in equalitati, uno solo Deu, una summa bontati
Inclita nostra vera chitatina
per lu dittu vostru d’Oliveri Antoni
Incomensa la translacioni di la gloriosa virgini madonna santa Agatha, di Constatinopulj ad la clarissima sua chitati di Cathania
A li milli et quattruchentu anni currendu / septantachincu di lu Salvatori, / chi si incarnau per nui, lu chelu aprendu / chi era chiusu per lu primu errori, / complita fu la ystoria, nuy avendo / vintisey di novembre, a li tri huri / di notti di la nona
Intandu pir li piccati noštri
fabrica li muragi di Yerušalayim
l
Li gloriusi et sancti docturi
non sentirà may peni di lu infernu
Lo primo bagno dicese   Sudaturo per nomo
Placciave, Napolitan, rengraciare / Chillo che scripsi, & chi llo fece fare
Lu primo bangno dicese  Sudaturu per nomu
Vate in Agusto, povero    may non vide civelli: / Recordete de me de tal consigllo / Ch’eo possa scrivere l’acte de to figllo
m
Miktam le-Dawid Guarda mi Domedet che esperai enti [Sal 16,1]: Etu Domedet escudo ammi onore mio ennalzatore dellocapo [Sal 3,4].
Eco locli deDomede(d) [t] alitementi soi aqveli keano speranza allamesericordia soa [Sal 33,18]: Torna Domedet fin kvando erapnitit (?) per liservi Toi [Sal 90,13] escolta Domedet ecco redoglia mi Domedet sii aiutatore ami [Sal 30,11].
Misericordia, eternu Deu, / pachi, pachi, Signuri meu
ki quista sentencia ria / di nui levi tal duluri
o
O celsitudo, o lume, o claritade
P(er) fin che vene el tempo de morire
O Patri nostru, omnipotenti Ideu
libera et guarda ad nui di ogni mali
O signurj per cortesia mandami la liprosia
kj mi creasti a tua dilecta e eu t’aiu mortu a villania
Ordo confessionis virorum
eu da parti di Deu ti promictu vita eterna
q
Qui fai anima predata?
e in benj perseverare pruviray la humilitati
s
Se mai de Latona el sacro filgio / condusse la barchecta del mio ingengio
Da quisti versi il nome saperai, / ad cui posta, et perché facto sarrai
v
Virgin Mater pia, omni unu si inclina a ti devotamenti
et facti digni di l’aurichi benigni di lu to dulci figlol, Virgini pia
Virgini santa, Virgini immacolata
mia divotioni e mei pregheri