Ricerca nella pagina:
 
UniversitÓ del Salento, della Basilicata, di Catania,
di Torino, Scuola Normale Superiore di Pisa
UniversitÓ del Salento, di Catania, di Napoli "L'Orientale",
di Salerno, Scuola Normale Superiore di Pisa
SALVIt - Studio, Archivio e Lessico dei Volgarizzamenti Italiani

Anonimo

(? - ?)

Rituale di disciplina

di Maria Noto

Notizie generali

Rimaneggiamento in volgare di:
Anonimo, Ufficiu (lu) di la disciplina (siciliano)

Datazione: sec. XIV prima metÓ
Lingua/Dialetto: siciliano, latino
Tipologia testuale: prosa
Genere: letteratura religiosa (generale)
Incipit: La humana generaciom e la çente de questo mondo si desiderano assai naturalmente de ordire nuove coxe
Explicit: e differencie da le creature rasonevele che sono e hanno conversatione in terra. Veramente le creature an
Per il quadro completo delle varianti degli incipit vd. Tradizione diretta: manoscritti e Tradizione diretta: edizioni antiche.


Tradizione dell'opera   (breve / estesa)
Tradizione diretta: manoscritti (1)
1. Burgio, Archivio dell'Ospedale, senza segnatura = Burgio AO senza segnatura

Indice della scheda


Storia della tradizione
L’intero contenuto del codice che tramanda il Rituale di Disciplina si presenta come il rifacimento del codice Pa BN I F 3. Tuttavia il compilatore del codice di Burgio menziona come propria fonte i Capitoli della Compagnia dei Disciplinati di Firenze e quelli della compagnia di Genova già utilizzati dal compilatore del codice di Palermo. Si tratta di una serie di testi relativi al regolamento interno della confraternita e ai rituali celebrati dalla confraternita stessa. Nel caso specifico si tratta del rituale celebrato prima del sacrificio della disciplina. Il testo del rituale del codice di Burgio ha la stessa funzione del testo dell’Ufficio di Disciplina contenuto nel codice di Palermo, in molti passi, infatti, è possibile riscontrare delle precise concordanze testuali tra i due testi. Il testo del Rituale, così come quello dell’apografo, è composto da alcune parti in siciliano e alcune parti in latino. Nel caso del rituale di Burgio, però, i casi di code-switching sono molto più frequenti e non è possibile definire una regola ben precisa che giustifichi il continuo passaggio da un codice all’altro.

Indice della scheda


Bibliografia
Edizione/i di riferimento
Branciforti 1953 = Francesco Branciforti, Regole, costituzioni, confessionali e rituali, Palermo, Centro di Studi Filologici e Linguistici Siciliani, 1953 (Collezione di testi siciliani dei secoli XIV e XV, 3).

Bibliografia filologica
Di Giovanni 1879 = Vincenzo Di Giovanni, Filologia e letteratura siciliana, Palermo, Lauriel, 1879.
p. 5 e sgg.

Altra bibliografia
De Michele Fleres 1879 = Relazione del signor Pietro De Michele Fleres regio commissario per l’amministrazione delle disciolte Opere Pie del Comune di Burgio, Palermo, Maccarrone, 1879.
p. 20 e sgg.

Vaccaro 1921 = Vaccaro Giuseppe, Notizie su Burgio, Palermo,Tip. S. Ando, 1921.

Indice della scheda