Ricerca nella pagina:
 
Universitŕ del Salento, della Basilicata, di Catania,
di Torino, Scuola Normale Superiore di Pisa
Universitŕ del Salento, di Catania, di Napoli "L'Orientale",
di Salerno, Scuola Normale Superiore di Pisa
SALVIt - Studio, Archivio e Lessico dei Volgarizzamenti Italiani

Anonimo

(? - ?)

Qisti caselli yo vogliu pir arricordari (inc.)

di Laura De Padova

Notizie generali

Volgarizzamento di:
Anonimo, 'Elle 'ezkera (ebraico)

Datazione: sec. XV
Lingua/Dialetto: giudeo-italiano: koinč estremo-meridionale
Tipologia testuale: prosimetro
Genere: letteratura religiosa: testo liturgico
Nota metrica: L'opera può essere ascritta al genere della qina (elegia liturgica ebraica).
Incipit: Qisti caselli yo vogliu pir arricordari
Explicit: Ke facisti li cieli e la terra
Per il quadro completo delle varianti degli incipit vd. Tradizione diretta: manoscritti e Tradizione diretta: edizioni antiche.
Il testo, manoscritto in caratteri ebraici, è stato pubblicato da Sermoneta in trascrizione latina.


Tradizione dell'opera   (breve / estesa)
Tradizione diretta: manoscritti (2)
1. London (Regno Unito), British Library, Oriental 6276 = London BL Or. 6276

2. New York City, NY, Jewish Thelogical Seminar of America, 4052 (ex Adler) = New York City, NY JTSA 4052

Indice della scheda


Storia della tradizione

Si tratta di un volgarizzamento trasmesso da codici tardi, certamente derivati da tradizioni più antiche importate a Corfù da profughi pugliesi. Il testo, edito da Sermoneta in trascrizione latina, risulta tramandato da soli due manoscritti, New York City, NY JTSA Mic. 4052 e London BL Or. 6276, entrambi privi di colophon
I testimoni conservano la traduzione pugliese della redazione abbreviata dell'elegia ’Elle ’ezkera (Queste vicende vorrò ricordare), inserita nella liturgia di Yom Kippur e del 9 di ’Av.
Sermoneta ha rilevato il fatto che del Midraš ’Elle ’ezkera risultano ben quattro redazioni, molto simili tra di loro, che conservano, anche se parzialmente smorzato, il carattere mistico-esoterico degli elementi narrativi più antichi. Sulla base di una prima redazione, un innografo di nome Yehuda, vissuto in Francia o in Germania nel XII secolo, avrebbe composto l'elegia rimata chiamata ’Elle ’ezkera, entrata a far parte della liturgia del 9 di ’Av. Il problema della redazione pugliese dell'elegia risulta dal fatto che sul finire del medioevo, probabilmente nel XIV secolo, del Racconto dei dieci Martiri fu fatto un compendio in prosa, sulla falsariga dell'Elegia, compendio del quale si sono conservate due brevi redazioni: la prima delle due redazioni è quella tramandata dal Sefer ha-taddir (Libro delle regole usate frequentemente); la seconda redazione ridotta del Midraš ’Elle ’ezkera è quella conservata nel London, British Library Or. 10279: proprio sulla base di questa redazione è stata prodotta la traduzione pugliese, della quale abbiamo due copie, appunto quelle del
New York City, NY JTSA Mic. 4052 e del London BL Or. 6276.
La traduzione pugliese conservata dai due esemplari è condotta in maniera letterale costituendo un classico esempio di traduzione a calco; il testo in esame presenta caratteristiche comuni alla letteratura giudeo-italiana medievale coeva.

 

Indice della scheda


Bibliografia
Edizione/i di riferimento
Sermoneta 1990 = Giuseppe Sermoneta, Testimonianze degli ebrei pugliesi a Corfů, in MR, 15/3 (1990), pp. 408-437.
L'edizione di Sermoneta č una trascrizione latina del testo manoscritto in caratteri ebraici

Edizione/i di riferimento delle opere collegate
Contini 1960 = Poeti del Duecento, a cura di Gianfranco Contini, 2 voll., Milano-Napoli, Ricciardi, 1960.
L'edizione di riferimento dell'opera collegata č presente nel I volume, pp. 32-42.

Altra bibliografia
Baron 1953 = Salo W. Baron, Jewish immigration and communal conflicts in seventeenth century Corfu, in The Joshua Starr Memorial Volume, New York, 1953, pp. 169-182.

Cortelazzo 1947 = Manlio Cortelazzo, Vicende storiche della lingua italiana a Corfů, LN, 8 (1947), pp. 44-50.

Enciclopedie, repertori e cataloghi
Margoliouth 1899-1915 = George Margoliouth, Catalogue of the Hebrew and Samaritan manuscripts in the British Museum, 4 voll., London, 1899-1915.

Indice della scheda