Ricerca nella pagina:
 
Università del Salento, della Basilicata, di Catania,
di Torino, Scuola Normale Superiore di Pisa
Università del Salento, di Catania, di Napoli "L'Orientale",
di Salerno, Scuola Normale Superiore di Pisa
SALVIt - Studio, Archivio e Lessico dei Volgarizzamenti Italiani

Andrea da Grosseto

(Grosseto, sec. XIII seconda metà - sec. XIII seconda metà)

De doctrina loquendi et tacendi (redaz.)

di Giulio Vaccaro

Notizie generali

Volgarizzamento di:
Albertano da Brescia, De doctrina dicendi et tacendi (latino)

Datazione: 1268
Lingua/Dialetto: toscano
Tipologia testuale: prosa
Genere: filosofia: ammaestramenti


Tradizione dell'opera   (breve / estesa)
Tradizione diretta: manoscritti (4)
1. Firenze, Biblioteca Medicea Laurenziana, Gaddiani, rel. 143 = Fi BML Gadd. rel. 143

2. Firenze, Biblioteca Moreniana, Palagi, 104 = Fi BMo Palagi 104

3. Firenze, Biblioteca Nazionale Centrale, Conventi Soppressi, F IV 776 = Fi BNC Conv. Soppr. F IV 776

4. Genève (Svizzera), Bibliothèque Publique et Universitaire, Comites Latentes, 112 = Genève BPU Com. Lat. 112

Indice della scheda


Storia della tradizione

Il volgarizzamento del De doctrina loquendi et tacendi di Andrea da Grosseto (di cui - lo si apprende da D'Agostino 2001, p. 112 - esiste un'edizione in tesi di laurea: Nardone 1995) è pubblicato per la prima volta da Selmi 1873 sulla scorta del solo Fi BNC Conv. Soppr. F IV 776 (contenente i tre trattati da Albertano in volgare); solo al compimento dell’edizione viene comunicata da Emilio Calvi al Selmi l’esistenza di Fi BML Gadd. rel. 143 (contenente solo il De doctrina). Sicché il Selmi riporta in appendice (intitolata, evidentemente per un lapsus, Varianti del codice Palatino) le varianti laurenziane. Un’edizione fondata su entrambi i manoscritti è in Segre 1953, pp. 139-156; anche quest’edizione ha «preso a base il Magliab[echiano], in complesso migliore, correggendone gli errori di scrittura» (Segre 1953, p. 135). A questi due codici, che «derivano per via indipendente da un archetipo», va aggiunto Genève BPU Com. Lat. 112, contenente sia il Liber consolationis et consilii sia il De doctrina e individuato da Graham 2000a. Secondo Degli Innocenti 1979, p. 255, e Graham 2000a, § 9, il volgarizzamento di Andrea da Grosseto sarebbe tràdito anche da Fi BMo Palagi 104 (ma D'Agostino 2001, p. 112 n. 75 scrive che, secondo Nardone 1995, tale volgarizzamento non si trova nel ms. Moreniano).

Indice della scheda


Bibliografia
Edizione/i di riferimento
Nardone 1995 = Albertano da Brescia, ‘La dottrina del parlare e del tacere’ volgarizzata da Andrea da Grosseto, tesi di laurea di Loredana Nardone discussa presso l’Università degli Studi di Milano, a. a. 1994-95.

Selmi 1873 = Dei trattati morali di Albertano da Brescia, volgarizzamento inedito fatto nel 1268 da Andrea da Grosseto, pubblicato a cura di Francesco Selmi, Bologna, Romagnoli, 1873 (Collezione di opere inedite o rare pubblicate dalla Commissione per i testi di lingua, 33).

Edizioni significative
Segre 1953 = Volgarizzamenti del Due e Trecento, a cura di Cesare Segre, Torino, UTET, 1953. 
pp. 139-156.

Bibliografia filologica
D'Agostino 2001 = Alfonso D'Agostino, La prosa delle Origini e del Duecento, in Ciociola 2001, pp. 91-135.

Graham 2000a = Angus Graham, Albertanus of Brescia: a preliminary census of vernacular manuscripts, in SM, XLI (2000), pp. 891-924.

Altra bibliografia
D'Agostino 1979 = Fiori e vita di filosafi e d'altri savi e d'imperadori, ed. critica a cura di A. d'Agostino, Firenze, La Nuova Italia, 1979.

Degli Innocenti 1979 = Mario degli Innocenti, I volgarizzamenti italiani dell’Elucidarium, in «Italia Medievale e Umanistica», XXII (1979), pp. 239-318.

Indice della scheda