Ricerca nella pagina:
 
UniversitÓ del Salento, della Basilicata, di Catania,
di Torino, Scuola Normale Superiore di Pisa
UniversitÓ del Salento, di Catania, di Napoli "L'Orientale",
di Salerno, Scuola Normale Superiore di Pisa
SALVIt - Studio, Archivio e Lessico dei Volgarizzamenti Italiani

Anonimo

(? - ?)

De doctrina loquendi et tacendi (volg. pisano) (redaz.)

di Giulio Vaccaro

Notizie generali

Volgarizzamento di:
Albertano da Brescia, De doctrina dicendi et tacendi (latino)

Datazione: 1288
Lingua/Dialetto: pisano
Tipologia testuale: prosa
Genere: filosofia: ammaestramenti


Tradizione dell'opera   (breve / estesa)
Tradizione diretta: manoscritti (4)
1. Firenze, Biblioteca Nazionale Centrale, II II 23 = Fi BNC II II 23

2. Firenze, Biblioteca Nazionale Centrale, II III 272 = Fi BNC II III 272

3. Parma, Biblioteca Palatina, Palatino, 75 = Pr BP Palat. 75

4. Roma, Biblioteca dell'Accademia Nazionale dei Lincei e Corsiniana, Rossi, 69 (44 D 69) = Rm BANLC Rossi 69 (44 D 69)

Indice della scheda


Storia della tradizione
Il manoscritto Fi BNC II III 272, il cosiddetto 'codice Bargiacchi', databile al 1287 o al 1288, contiene tutti e tre i trattati di Albertano. Si tratta di una versione in volgare pisano (che, non a caso, Castellani 1990, pp. 299-302 registra nel canone dei testi occidentali antichi), edita prima nell’ottima tesi di laurea Faleri 2000 e successivamente, con minimi aggiustamenti, in Faleri 2009. Secondo Faleri 2000, p. II, e Faleri 2009, p. 188, sarebbero da ricondurre a questa versione altri tre manoscritti, oltre al citato Bargiacchi: Fi BNC II II 23 (citato già in Castellani 1996); Pr BP Palat. 75 (già Castellani 1996 parla di quella che lui chiama «redazione Bargiacchi-Parma»); Rm BNALC Rossi 69 (44 D 69) (ricondotto invece da Petrucci A. 1977, p. 36, a Soffredi del Grazia). Per quanto riguarda il volgarizzamento pisano del De doctrina loquendi et tacendi, possono esser prese come generalmente valide le osservazioni che si possono desumere dalla scheda del Liber consolationis et consilii (volg. pisano) (di cui, dunque, si mantengono i riferimenti bibliografici ed alla quale si rimanda), con la consapevolezza che la critica e gli studiosi si sono soffermati maggiormente su quest’ultimo che sugli altri due volgarizzamenti da Albertano, parimenti contenuti nel cod. Bargiacchi e nei mss. ad esso affini indicati in precedenza. Gli unici a toccare un po' più da vicino il volgarizzamento del De doctrina loquendi et tacendi sono: Castellani 1996, il quale, per sostenere la tesi secondo cui la versione Bargiacchi è stata fin dalle sue origini opera di un Pisano, sottolinea il fatto che anche il volgarizzamento del De doctrina loquendi et tacendi tràdito da Fi BNC II II 23, codice contenente «vari testi in volgare trascritti da un copista fiorentino alla fine del penultimo decennio del secolo XIV» (p. 577), tra i quali, per l’appunto, «il trattato del Dire e del Tacere, cc. 33(1)-39(4), e il secondo libro del trattato della Dilezione, cc. 40(1)-60(1)» (p. 577), «reca almeno un esempio  dell’imperativo in -e, sconosciuto a Firenze ma d’uso normale a Pisa e Lucca: richiede (che si può pensare fosse originariamente richiere) a c. 33(2).1» (p. 577); e Faleri 2009, che dà l’edizione di tutti e tre i trattati volgarizzati da Albertano, seguendo solo il ms. Fi BNC II III 272, con l'esplicito intento di non dare un'edizione critica basata su tutta la tradizione, bensì di pubblicare un testo utile dal punto di vista linguistico e lessicografico.

Indice della scheda


Bibliografia
Edizione/i di riferimento
Faleri 2009 = Faleri Francesca, Il volgarizzamento dei trattati morali di Albertano da Brescia secondo il codice Bargiacchi (BNF II.III.272), in «Bollettino dell’Opera del Vocabolario Italiano», XIV (2009), pp. 187-368.

Edizioni significative
Faleri 2000 = Francesca Faleri, Il volgarizzamento dei trattati morali di Albertano da Brescia secondo il codice Bargiacchi (II.III.272). Edizione e glossario, Tesi di laurea discussa presso l'UniversitÓ degli Studi di Pisa, FacoltÓ di Lettere e Filosofia, a.a. 1999-2000.

Bibliografia filologica
D'Agostino 2001 = Alfonso D'Agostino, La prosa delle Origini e del Duecento, in Ciociola 2001, pp. 91-135.

Altra bibliografia
Barbi 1901 = Michele Barbi, D’un antico codice pisano-lucchese di trattati morali [1901], in Id., La nuova filologia e l’edizione dei nostri scrittori da Dante al Manzoni, Firenze, Sansoni, 1938 (rist. 1973), pp. 243-259.

Castellani 1990 = Arrigo Castellani, Canone dei testi occidentali antichi, in SLI 26 (1990), pp. 156-205, adesso in A. Castellani, Nuovi saggi di linguistica e filologia italiana e romanza (1976-2004), a cura di Valeria Della Valle, Giovanna Frosini, Paola Manni, Luca Serianni, Roma, Salerno Editrice, 2009, tomo I (di 2), pp. 299-344.

Castellani 1996 = Arrigo Castellani, Losneo (lusneo), baleno, in Studi di filologia medievale offerti a d’Arco Silvio Avalle, Milano-Napoli, Ricciardi, 1996, pp. 99-104; [...], adesso in A. Castellani, Nuovi saggi di linguistica e filologia italiana e romanza (1976-2004), a cura di Valeria Della Valle, Giovanna Frosini, Paola Manni, Luca Serianni, Roma, Salerno Editrice, 2009, tomo I (di 2), pp. 574-580.

Panunzio 1971 = Saverio Panunzio, Il codice Bargiacchi del volgarizzamento italiano del Liber Consolationis et Consilii di Albertano da Brescia, in Studi di filologia romanza offerti a Silvio Pellegrini, Padova, Liviana, 1971, pp. 377-419.

Enciclopedie, repertori e cataloghi
Petrucci A. 1977 = Armando Petrucci, Catalogo sommario dei manoscritti del Fondo Rossi, sezione Corsiniana, Roma, Accademia Nazionale dei Lincei, 1977.

Indice della scheda