Ricerca nella pagina:
 
Universitą del Salento, della Basilicata, di Catania,
di Torino, Scuola Normale Superiore di Pisa
Universitą del Salento, di Catania, di Napoli "L'Orientale",
di Salerno, Scuola Normale Superiore di Pisa
SALVIt - Studio, Archivio e Lessico dei Volgarizzamenti Italiani

Anonimo

(? - ?)

Frammento alchemico in volgare siciliano (redaz.)

di Nunziella Giulio

Notizie generali

Datazione: sec. XV
Lingua/Dialetto: siciliano
Tipologia testuale: prosa
Genere: scienze naturali: alchimia
Incipit: et di kistj di li 9 sindi avi parlatu di supra
Explicit: et kista aq(ua) fa dissolvirj (et) mollifica om(n)j corpu (et) ritenp(era) o(mn)j sp(irit)u
Per il quadro completo delle varianti degli incipit vd. Tradizione diretta: manoscritti e Tradizione diretta: edizioni antiche.


Tradizione dell'opera   (breve / estesa)
Tradizione diretta: manoscritti (1)
1. Firenze, Biblioteca Nazionale Centrale, Palatino, 945 = Fi BNC Pal. 945

Indice della scheda


Storia della tradizione
Si tratta di un frammento inedito di testo alchemico tramandato dal ms. FI BNC Pal. 945, alle cc. 145-146. Stefano Rapisarda ne ha individuato recentemente la provenienza linguistica siciliana (Rapisarda 2000, pp. 479-480). Sebbene il testo di partenza non sia identificabile, si può affermare con ragionevole certezza che si tratti di un volgarizzamento e non di un originale; considerato infatti che in linea di massima nella tradizione medievale non esistono testi alchemici originari redatti in volgare ma solo traduzioni o rifacimenti latini da testi greco-arabi, è altresì improbabile ipotizzare una tradizione originaria in volgare siciliano. Il frammento siciliano serve tuttavia da ulteriore indizio sulla ipotetica esistenza di una tradizione di testi alchemici siciliani, su cui riferiscono anche Carini 1872, pp. 465-490, e Thorndike 1937, pp. 370-374. In questa tradizione si inserirebbe analogamente il ms. New Haven (Connecticut), Yale University-Beinecke Library, Mellon 10, miscellanea alchemica in latino, che riporta una terzina di versi in volgare siciliano medievale (Rapisarda 2000, p. 481).

Indice della scheda


Bibliografia
Edizione/i di riferimento
Rapisarda 2000 = Stefano Rapisarda, Breve repertorio bibliografico dei testi di materia scientifica in volgare siciliano medievale, in Studi in onore di Bruno Panvini, promossi da M. Pagano, A. Pioletti, F. Salmeri, M. Spampinato, a cura di Gaetano Lalomia, in «Siculorum Gymnasium», LIII (2000), pp. 461-481.
Edizione parziale della prima parte del frammento alchemico.
In particolare pp. 479-481. 

Rapisarda i.c.s. = Stefano Rapisarda, Un frammento alchemico in volgare siciliano medievale (Ms. Pal. 945 della Biblioteca Nazionale di Firenze), in corso di stampa. 

Bibliografia filologica
Pomaro 1991 = Gabriella Pomaro, I ricettari del Fondo Palatino della Biblioteca Nazionale Centrale. di Firenze. Inventario, Milano, Giunta Regionale Toscana, Editrice Bibliografica, 1991.

Altra bibliografia
Carini 1872 = Isidoro Carini, Sulle scienze occulte nel Medioevo e sopra un codice della famiglia Speciale, in «Rivista sicula», VII (1872), I pp. 30-63, II pp. 138-182, III pp. 465-490.

Thorndike 1937 = Lynn Thorndike, Two More Alchemical Manus, in «Speculum», XII (1937), pp. 370-374.

Indice della scheda