Ricerca nella pagina:
 
Università del Salento, della Basilicata, di Catania,
di Torino, Scuola Normale Superiore di Pisa
Università del Salento, di Catania, di Napoli "L'Orientale",
di Salerno, Scuola Normale Superiore di Pisa
SALVIt - Studio, Archivio e Lessico dei Volgarizzamenti Italiani

Anonimo

(? - ?)

Metaura

di Rosa Piro

Notizie generali

Datazione: sec. XIV prima metà
Lingua/Dialetto: fiorentino
Tipologia testuale: prosa
Genere: scienze naturali: astronomia e astrologia
La Metaura è il volgarizzamento parziale fiorentino dei Metereologica di Aristotele e può essere datato intorno alla metà del XIV secolo. Nel testo è dato ampio spazio ai commenti che s. Tommaso d'Aquino e s. Alberto Magno fecero dell'opera (Librandi 1995: pp.14-43).


Tradizione dell'opera   (breve / estesa)
Tradizione diretta: manoscritti (9)
1. Città del Vaticano (Città del Vaticano), Biblioteca Apostolica Vaticana, Rossiano, 788 = RM BAV Ross. 788

2. Firenze, Biblioteca dell'Accademia della Crusca, Manoscritti letterari 2 = FI BAC Ms lett. 2

3. Firenze, Biblioteca Medicea Laurenziana, Ashburnham, 547 = Fi BML Ashb. 547

4. Firenze, Biblioteca Nazionale Centrale, Palatino, 449 = Fi BNC Pal. 449

5. Firenze, Biblioteca Nazionale Centrale, Magliabechiano, XII 53 = Fi BNC Magl. XII 53

6. Firenze, Biblioteca Riccardiana, 1584 = Fi BR 1584

7. Firenze, Museo Horne, N 6/17 = Fi MH N 6/17

8. Roma, Biblioteca dell'Accademia Nazionale dei Lincei e Corsiniana, 44 D 32 = RM BANLC 44 D32

9. Sevilla (Spagna), Biblioteca Capitular y Colombina, 5-2-37 = Sevilla BCC 5-7-37

Tradizione diretta: edizioni antiche (1)
1. Opera nuova la quale tratta della filosofia naturale chiamata la Metaura d'Aristotile; chiosata da San Thomaso d'Aquino dell'ordine dei frati predicatori. Partita in tre libri, nuovamente posa in luce con diligentia stampata e castigata, Venezia, Comin da Trino, 1553 = Anonimo, Metaura, 1553

Indice della scheda


Storia della tradizione
La tradizione manoscritta della Metaura è stata ricostruita da Rita Librandi (1995: pp. 133-1998).
I manoscritti che tramandano il testo si dividono in due famiglie α e β. La famiglia α si ripartisce ulteriormente in due gruppi a e b, mentre la famiglia β è rappresentata dal solo ms. A, prodotto di un ignoto interpolatore che ostenta dimestichezza sia con i testi sacri sia con i testi scientifici più diffusi al suo tempo.
Il gruppo a è costituito dai mss. P (tenuto a base dell'edizione), Ro e dal sottogruppo a' che a sua volta si suddivide in Ri e nel sottogruppo a'' che è l'antigrafo del ms. S e della stampa V.
Il rinvenimento di altri due codici H e C non compromette l'organizzazione stemmatica data dall'editrice (Bertelli 2002: p.160; Bertelli 2003: p.413; Librandi 2006: p.121).

Indice della scheda


Bibliografia
Edizione/i di riferimento
Librandi 1995 = La Metaura d'Aristotile. Volgarizzamento fiorentino anonimo del XIV secolo, a cura di Rita Librandi, Napoli, Liguori, 1995.

Indice della scheda