Ricerca nella pagina:
 
Università del Salento, della Basilicata, di Catania,
di Torino, Scuola Normale Superiore di Pisa
Università del Salento, di Catania, di Napoli "L'Orientale",
di Salerno, Scuola Normale Superiore di Pisa
SALVIt - Studio, Archivio e Lessico dei Volgarizzamenti Italiani

Albino, Giovanni

(Castelluccio, 1445 circa - Fasanella, sec. XV/XVI)

Divine sentenze

di Carlo Marzano

Notizie generali

Volgarizzamento di:
Plutarco di Cheronea, Vite parallele (greco)

Datazione: 1481 post
Lingua/Dialetto: napoletano
Tipologia testuale: prosa
Genere: storia: biografia


Tradizione dell'opera   (breve / estesa)
Tradizione diretta: manoscritti (2)
1. Firenze, Biblioteca Nazionale Centrale, Palatino, 689 = Fi BNC Pal. 689

2. Napoli, Biblioteca Nazionale "Vittorio Emanuele III", XII E 34 = Na BN XII E 34

Indice della scheda


Storia della tradizione

Il volgarizzamento napoletano di Albino, umanista, politico e storiografo del XV sec., edito da Giordano 1998, è tramandato da due manoscritti, Fi BNC Pal. 689 e Na BN XII E 34, entrambi miniati dal partenopeo Cristoforo Maiorana ed elegantemente copiati da Giovan Rinaldo Mennio di Sorrento, come appare nella sottoscrizione («Ioan rainaldus exscripsit») presente a c. 57r del ms. Palatino e a c. 63v del ms. napoletano (sull’attività del Maiorana cfr. De Marinis 1947-1952, vol. I, pp. 150-56; sull’impegno scrittorio del Mennio cfr. Ibidem, vol. I, pp. 58-60).
Tradotte «in la materna lengua», a partire da una versione latina, e dedicate al re di Napoli Ferdinando d’Aragona (del cui figlio, Alfonso II duca di Calabria, Albino era maestro e segretario), le Divinae sententiae, sono tratte da «doi amplissimi volumi de Plutarco», come afferma lo stesso Autore riferendosi implicitamente ad una delle edizioni a stampa delle Vite parallele presenti con ogni probabilità a corte. Non si è certi, tuttavia, riguardo all’edizione latina effettivamente utilizzata per la traduzione; potrebbe trattarsi, infatti, dell’edizione apparsa a Roma intorno al 1470 (Plutarchus, Vitae parallelae, [Roma], Ulrich Han, [c. 1470], IGI 7920) oppure di quella veneziana del 1478 (Plutarchus, Vitae parallelae, Venezia, Nicolaus Jenson, 2 gennaio 1478, IGI 7922).
Quanto alla struttura del volgarizzamento, a ciascuna sentenza in latino segue la versione in volgare napoletano; i passi plutarcheschi selezionati, che abbracciano temi di vario interesse (dagli accorgimenti e astuzie militari ai gesti di generosità e di eroismo), vengono variamente manipolati e adattati dall’autore. Nella dedica al re Ferdinando e nella postfazione, Albino richiama ripetutamente, pur non nominandola esplicitamente, la sua opera storiografica, il De gestis regum Neapolitanorum (l’opera nella quale racconterà le gesta del suo sovrano); se ne deduce che la stesura del volgarizzamento debba collocarsi in un periodo anteriore a quello del De gestis, probabilmente poco dopo il 1481 (cfr. Percopo 1895, p. 286; Dall'Oco 2001, pp. 151-152).

 

 

© Copyright: Carlo Marzano 2007
La scheda è stata pubblicata il 31-12-2007; la data in calce si riferisce esclusivamente all’ultimo aggiornamento.

Una prima redazione della scheda è stata allestita per la sua tesi di laurea triennale da Sabrina Bini (tutore Marzano) e successivamente rielaborata per la pubblicazione in questa sede da Carlo Marzano.

Indice della scheda


Bibliografia
Edizione/i di riferimento
Fenicchia 1960 = V. Fenicchia, voce Albino, Giovanni, in DBI, II (1960), pp. 12-13.

Giordano 1998 = Emanuele A. Giordano, Un inedito volgarizzamento quattrocentesco di Plutarco: le ‘Sententie de tanti excellentissimi homini’ di Giovanni Albino, umanista lucano alla corte aragonese di Napoli, in «Annali [della] Facoltà di Lettere e Filosofia. Potenza, Università degli Studi della Basilicata», 8 (1998), pp. 29-112.
[L'edizione del volgarizzamento, condotta sul ms. Fi BNC Pal. 689, si legge alle pp. 73-112].

Bibliografia filologica
Altamura 1941 = Antonio Altamura, L’Umanesimo nel Mezzogiorno d’Italia, Firenze, Bibliopolis, 1941.
[Biografia di Albino a p. 108; descrizione del ms. Na BN XII.E.34 a p. 109; estratti del volgarizzamento alle pp. 193-94].

Altamura 1959 = Antonio Altamura, La letteratura italiana del secolo XV, Roma, Editrice Studium, 1959.
[In partic. a p. 96].

Altamura-Sbordone-Servidio 1975 = A. Altamura-F. Sbordone- E. Servidio, Antologia Poetica di Umanisti meridionali, Napoli, S.E.N., 1975.
[Alle pp. 305-07 viene pubblicato un componimento poetico inedito dell’Albino, Puella alloquitur Ferdinandum Regem, contenuto nel cod. Vat. Lat. 2874, f. 127].

Barbato 2004a = Marcello Barbato, recensione a Giordano 1998, in «Rivista Italiana di Dialettologia», 28 (2004) [ma 2005], pp. 334-35.

Dall'Oco 2001 = Sondra Dall'Oco, Giovanni Albino. Umanista e storiografo, Lecce, Pensa MultiMedia, 2001.
[In partic. alle pp. 150-57].

Dall'Oco 2005 = Sondra Dall'Oco, Scipione Ammirato e Giovanni Albino, in Viti 2005, pp. 351-362.

Dall'Oco 2005a = Sondra Dall’Oco, Il principe, la storia e la retorica: Giovanni Albino e Alfonso II d’Aragona, in Il principe e la storia, Atti del Convegno Internazionale di Studi (Scandiano, 18-20 settembre 2003), a cura di T. Matarrese e C. Montagnani, Novara, Interlinea, 2005, pp. 357-368.

De Frede 1960 = Carlo De Frede, I lettori di umanità nello studio di Napoli durante il Rinascimento, Napoli, l’Arte Tipografica, 1960.
[In partic. a p. 89, su De gestis e Divinae sententiae].

Miola 1878 = Alfonso Miola, Le scritture in volgare dei primi tre secoli della lingua ricercate nei codici della Biblioteca Nazionale di Napoli, Bologna, Fava e Garagnani, 1878 (pubblicato solo il primo volume).
[In partic. vol. I, pp. 265-68 per la descrizione del ms. Na BN XII E 34].

Percopo 1895 = Erasmo Percopo, Nuovi documenti sugli scrittori e gli artisti dei tempi aragonesi, in «Archivio Storico per le Province Napoletane», XX (1895), fasc. II, pp. 283-297-
[Descrizione dei mss. a p. 287].

Ponte 2003 = Giovanni Ponte, recensione a D'Alloco 2001, in RLI, 2003, fasc. 1, p. 244.

Resta 1962 = Gianvito Resta, Le epitomi di Plutarco nel Quattrocento, Padova, Antenore, 1962.
[In partic. alle pp. 15-17 per la descrizione dei mss.].

Villani 1996 = Gianni Villani, L'Umanesimo napoletano, in StoLI, III, Il Quattrocento, 1996.
[In partic. a p. 748].

Altra bibliografia
Capasso 1902 = Bartolommeo Capasso, Le fonti per la storia delle province napoletane dal 568 al 1500, Napoli, Marghieri, 1902 (rist. anast. Bologna, Forni, 1967).
[Riferimento al De gestis regum Neapolitanorum alle pp. 171-72].

Gravier 1769-71 = G. Gravier, Ioannis Albini Lucani, De gestis regum Neapolitanarum ab Aragonia qui extant libri quatuor, in ID., Raccolta di tutti i più rinomati scrittori dell’istoria generale del regno di Napoli, V, Napoli, Gravier, 1769-71 [si basa sull’edizione Neapoli, apud Josephum Cachium, 1589].
[Si basa sull'edizione Neapoli, apud Josephum Cachium, 1589].

Minieri Riccio 1844 = Camillo Minieri Riccio, Memorie storiche degli scrittori nati nel Regno do Napoli, Napoli, Tipografia dell’Aquila di V. Puzziello, 1844 (rist. anast. Bologna, Forni, 1967).
[In partic. alle pp. 8-9].

Pontieri 1964 = Camillo Porzio, La congiura de’ baroni del Regno di Napoli contra il re Ferdinando primo, a cura di Ernesto Pontieri, Napoli, E.S.I., 1964.
[In partic. alle pp. LII e sgg., CXIX e sgg. per un confronto tra l’opera del Porzio e il De gestis di Albino (con particolare riferimento al V libro: il De bello intestino)].

Soria 1781 = Francescantonio Soria, Memorie storico-critiche degli storici napoletani, 2 voll., Napoli, Stamperia Simoniana, 1781 (rist. anast. Bologna, Forni, 1967).
[In partic. vol. I, pp. 5-10 per la biografia e le opere di Albino].

Tafuri 1744 = Giovanni Bernardino Tafuri, Istoria degli scrittori nati nel Regno di Napoli, II/2, Napoli, Mosca, 1744 (rist. anast. Bologna, Forni, 1974).
[In partic. alle pp. 373-77 per la biografia e le opere di Albino].

Enciclopedie, repertori e cataloghi
De Marinis 1947-1952 = Tammaro De Marinis, La biblioteca napoletana dei re d'Aragona, 4 voll., Milano, Hoepli, 1947-1952.

Indice della scheda