Ricerca nella pagina:
 
UniversitÓ del Salento, della Basilicata, di Catania,
di Torino, Scuola Normale Superiore di Pisa
UniversitÓ del Salento, di Catania, di Napoli "L'Orientale",
di Salerno, Scuola Normale Superiore di Pisa
SALVIt - Studio, Archivio e Lessico dei Volgarizzamenti Italiani

Anglico, Nicola

(Napoli [Italia], sec. XIII/XIV - sec. XIV) [per i pochi dati sulla biografia del personaggio cfr. il § Storia della tradizione della scheda Etica]

Etica

di Cristina Scarpino

Notizie generali

Datazione: sec. XIV
Lingua/Dialetto: toscano, napoletano
Tipologia testuale: prosa
Genere: filosofia: trattatistica filosofica

© Copyright: Cristina Scarpino 2010
La scheda è stata pubblicata il 20-09-2010; la data presente in calce si riferisce esclusivamente all’ultimo aggiornamento.

È in corso uno studio analitico dell'opera a cura dell’autrice della scheda; si precisa pertanto che i dati qui presentati, necessariamente sintetici, sono in fase di analisi e verifica.


Tradizione dell'opera   (breve / estesa)
Tradizione diretta: manoscritti (1)
1. Napoli, Biblioteca Oratoriana del Monumento nazionale dei Girolamini, Pil., CF I 8 (giÓ Pil. XV 7) = Na BOMG CF I 8

Indice della scheda


Storia della tradizione

La tradizione del volgarizzamento dell’Etica di Aristotele effettuato da Nicola Anglico è pluritestimoniale. Il codice più noto e meglio descritto è Na BOMG Pil. XV 7. Si tratta di una copia di dedica per la duchessa d’Andria, trascritta nel 1466 da Gian Marco Cinico. Allo stato attuale la tradizione dell’opera risulta unitestimoniale.
Il ms. napoletano viene dunque confezionato in pieno periodo aragonese, mentre il testo viene con ogni probabilità redatto in età angioina: Nicola Anglico è amanuense e traduttore alla corte napoletana di re Roberto d’Angiò nella prima metà del XIV secolo (cfr. ASPN, XI.4 [1886], p. 578; e ASPN, XI.4 [1886], p. 578, n. 5). L’attività di un Nicola Anglico presso gli angioini di Napoli è indicata anche da Mazzatinti 1897, pp. II e IL, e l’attribuzione a Nicola del volgarizzamento dell’Etica aristotelica è confermata da Barone 1899, p. 5. L’opera diventerebbe il terzo volgarizzamento prodotto in ambiente napoletano in età angioina, affiancando i volgarizzamenti del De balneis puteolanis e del Regimen sanitatis.

Indice della scheda


Bibliografia
Altra bibliografia
Barone 1899 = Nicola Barone, Notizia della scrittura umanistica dei manoscritti e dei documenti napoletani del XV secolo.  Estratto dal vol. XX dell'Accademia di Archeologia, Lettere e Belle Arti, Napoli, Stab. Tipografico della Regia Università di A. Tessitore & Figlio, 1899.
Con riferimento al codice Na BOMG Pil. XV 7.

Mandarini 1897 = Enrico Mandarini, I codici manoscritti della Biblioteca Oratoriana di Napoli, Napoli, A. Festa, 1897 [lo studio è recensito in GSLI, 31 (1898), pp. 149-151].
Con riferimento al codice Na BOMG Pil. XV 7.

Enciclopedie, repertori e cataloghi
ASPN = Archivio Storico per le Province Napoletane, a cura della Società di Storia Patria, Napoli, F. Giannini, 1876-.

De Marinis 1947-1952 = Tammaro De Marinis, La biblioteca napoletana dei re d'Aragona, 4 voll., Milano, Hoepli, 1947-1952.
Con riferimento al codice Na BOMG Pil. XV 7.

Mazzatinti 1897 = Giuseppe Mazzatinti, La biblioteca dei re d'Aragona in Napoli, Rocca San Casciano, L. Cappelli, 1897.

Indice della scheda