Ricerca nella pagina:
 
UniversitÓ del Salento, della Basilicata, di Catania,
di Torino, Scuola Normale Superiore di Pisa
UniversitÓ del Salento, di Catania, di Napoli "L'Orientale",
di Salerno, Scuola Normale Superiore di Pisa
SALVIt - Studio, Archivio e Lessico dei Volgarizzamenti Italiani

Anonimo

(? - ?)

Monte dell'orazione

di Caterina Garozzo

Notizie generali

Traduzioni:
Anonimo, Munti di la santissima oracioni (siciliano)

Datazione: sec. XV
Lingua/Dialetto: toscano
Tipologia testuale: prosa
Genere: letteratura religiosa: orazionale
Si tratta di un’operetta anonima che ha un grandissimo successo, come dimostra la quantità di testimoni pervenutaci (22 testimoni esemplati lungo l’intero arco del secolo XV, con una traduzione latina e alcune edizioni a stampa quattro-cinquecentesche) e i numerosi rifacimenti e traduzioni in varie lingue volgari che circolarono probabilmente in ambienti clericali legati al movimento dell’Osservanza.
Il Monte, una silloge di citazioni bibliche e patristiche in volgare, si presenta come strumento letterario destinato a pratiche individuali di meditazione religiosa, costruito attorno al topos letterario del viaggio, e inoltre distingue le differenti tappe dell’itinerario dell’anima nel suo percorso verso l’unione con Dio (Casapullo 1995b).